mail unicampaniaunicampania webcerca

    Ricerca

    L'attività di ricerca del Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche, Neurologiche, Metaboliche e dell'Invecchiamento dell'Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli è condotta attraverso progetti nazionali e internazionali, profit e no-profit, che trovano riscontro nelle maggiori riviste di settore. Gli studi sono condotti su differenti linee: strumentale, clinica, fisiopatologica, immunologica e traslazionale delle malattie endocrino-metaboliche e cronico-degenerative.

    Particolare interesse è rivolto alla Sindrome Metabolica e alle patologie ad essa correlate, attraverso studi fisiopatologici del paziente obeso da sottoporre e sottoposto a chirurgia bariatrica; studi del metabolismo del colesterolo e del suo ruolo nella neurodegenerazione. degli aspetti molecolari e metabolici dell'invecchiamento e della longevità, comprese le relazioni tra invecchiamento, metabolismo del glucosio e malattie cardiovascolari, valutando la variabilità glicemica e la sua relazione con lo sviluppo delle complicanze diabetiche nell'adulto e nell'anziano e quindi con il declino cognitivo, funzionale, cardiometabolico ed oncologico. Numerosi Docenti e Ricercatori partecipano sinergicamente a programmi di ricerca internazionali che hanno come obiettivo principale lo studio dello stile di vita nel prevenire la fragilità e il ruolo dei diversi polimorfismi genetici nel determinismo della longevità.Altre linee di studio approfondiscono e definiscono i disordini motori esofagei con l'impiego della manometria ad alta risoluzione, al fine di migliorare l'inquadramento delle discinesie esofagee complesse, per pianificare il miglior tipo di trattamento e per valutare i risultati delle differenti opzioni chirurgiche. Altri gruppi sono rivolti all'analisi della prevalenza e dei fattori di rischio della CKD nella popolazione generale, del decorso e delle complicanze della CKD nel paziente anziano e nel diabetico, valutando i fattori determinanti la progressione della malattia renale ed il rischio cardiovascolare in CKD e quindi l'ottimizzazione della terapia sostitutiva renale, supportati dal Laboratorio unico Regionale di Riferimento di Immunologia dei trapianti d’organo rivolto all'immunologia clinica e dei trapianti e allo studio dell’endotelio. Altre linee di ricerca sono rivolte alla fisiopatologia chirurgica del cancro della tiroide, alla fisiopatologia dell’ipocalcemia post-chirurgia tiroidea e all’utilizzo di nuovi strumentari per la moderna chirurgia endocrina. Un gruppo di ricerca è rivolto alle epatiti croniche e alle cirrosi non-virali, all'epatite cronica da HCV, alla riattivazione dell’HBV nel paziente immunodepresso e quindi ai trattamenti innovativi nelle malattie immunitarie, reumatologiche e rare. Vengono approfondite le Malattie degenerative del sistema nervoso e dell’apparato neuro-muscolare anche attraverso lo studio dei meccanismi patogenetici e delle basi genetico-molecolari, con moderni studi dei correlati MRI funzionali e strutturali della sclerosi multipla (SM), delle cefalee, dei disordini del movimento e delle malattie dei motoneuroni.Altre linee di ricerca sono rivolte allo studio degli effetti delle nuove tecnologie e dei nuovi farmaci sulle complicanze, sui risultati funzionali e sulla qualità di vita in chirurgia digestiva. 

    facebook logogoogle plus logo buttonyoutube logotype